• Aggiornamenti costanti sulle attività e gli eventi dell'associazione

Campagna Natalizia

Campagna | martedì 17 Novembre 2020 04:11

NATALE si sta avvicinando velocissimamente. Niente panico, ci siamo noi! Ecco la proposta golosa di Sinergia, PER UN NATALE BUONO PER PERSONE BUONE. Anche quest’anno, nostri compagni di avventura sono due rinomate aziende del territorio veronese: Panificio Segala e Cantina Manara. Regalerete eccellenze locali, facendo felici i nostri bambini. Più Natale di così…

Prenota i tuoi ordini entro il 30 novembre. Consegne a partire dal 5 dicembre. PER INFO E PRENOTAZIONI:+39 328 7271160

Lotteria di Beneficenza

Eventi | mercoledì 11 Novembre 2020 20:34

Torna la LOTTERIA di SINERGIA!

Dopo aver dovuto rinunciare a tanti dei nostri eventi, ci regaliamo, in totale sicurezza, la nostra tradizionale lotteria. L’estrazione dei numeri vincenti non potrà svolgersi nel corso della consueta risottata (rinviata a tempi migliori), ma realizzeremo un apposito evento on-line.Viviamo un periodo difficile per tutti, è il momento di essere ancora più solidali. Il ricavato della lotteria ci aiuterà a continuare a supportare il nostro progetto a Lima, in Perù, in favore dei ragazzi di strada.Con solo 1€ a biglietto ti regali la possibilità di fare la differenza nella la vita di un bambino… e magari vinci pure un premio!!! Chiedi al volontario di Sinergia a te più vicino, o contattaci qui su messenger: i biglietti ti saranno consegnati in totale sicurezza.

15° anniversario di Sinergia Por La Infancia

Notizie da Lima | giovedì 1 Ottobre 2020 16:23

Verona – Lima, 1 ottobre 2020

Carissimi amici,

Sono parecchi mesi che non vi diamo notizie sui nostri ragazzi in Perù, ma oggi è una giornata speciale per tutti loro: il nostro progetto peruviano compie 15 anni. Auguri a tutti i ragazzi e a tutti gli operatori e grazie di cuore alle tante persone che in questi anni hanno reso possibile l’esistenza del nostro progetto e la realizzazione concreta di tante azioni di aiuto rivolte a bambini, adolescenti e giovani di strada.

Quest’anno non ho potuto andare in Perù a causa dell’emergenza sanitaria in corso, ma ho seguito da vicino tutte le attività che sono state svolte a Lima. E’ stato belle vedere come, nonostante il ridursi degli spazi e dei contesti di condivisione all’esterno della casa-famiglia, i ragazzi abbiano potuto e saputo, grazie al grosso lavoro di riorganizzazione degli operatori, continuare ad avere una vita serena portando avanti le attività quotidiane: lo studio, lo sport, l’orto, l’allevamento di porcellini d’India, le feste di compleanno e di cambio di fase. Il progetto ha fatto un grande sforzo di riorganizzazione degli spazi e di sistemazione di tutti i pc a disposizione per permettere a tutti i ragazzi attualmente ospitati nella casa-famiglia per farli studiare, seguendo le lezioni online o sui canali televisivi statali: lo studio ancora oggi è a distanza e i ragazzi riescono a seguire le attività grazie al supporto prezioso di educatori, assistente sociale e psicologa.

Romel, il ragazzo maggiorenne ormai indipendente che continuiamo ad aiutare per gli studi, ha appena finito il primo modulo semestrale di meccanica presso un istituto professionale di buona qualità. Siamo tutti molto orgogliosi di lui.  

In strada, Martin ha portato soprattutto aiuti straordinari (cibo, coperte, medicinali, mascherine, ecc.) alle famiglie messe in grosse difficoltà dall’impossibilità di lavorare. Ha inoltre seguito vari casi di ragazzi, come Ronald, che non trovavano accoglienza presso nessuna struttura a causa della diffusione del virus. E’ stato commovente vedere con quanta tenacia Martin è riuscito a far valere i diritti di questi ragazzi “emarginati” presso gli enti competenti. E’ stato commovente ascoltare il racconto di come i ragazzi della casa-famiglia si sono coinvolti, insieme a Martin e agli educatori, nella preparazione dei pacchi alimentari destinati alle famiglie poverissime in forti ristrettezze economiche per il lockdown.

Vogliamo augurare al nostro progetto in Perù di VIVERE a lungo, per poter continuare ad aiutare con amore e con serietà i bambini, gli adolescenti, i giovani di strada e le loro famiglie.

Ci legano a loro dei fili meravigliosi di amicizia e solidarietà umana, che continuiamo a nutrire con fiducia nonostante le difficoltà del cammino. Buon compleanno Sinergia Por La Infancia!

Alessandra e Sinergia tutta

5X1000 + aiuti straordinari emergenza Covid-19

Senza categoria | sabato 16 Maggio 2020 18:02

Verona – Lima maggio 2020

Carissimi amici,

Da marzo sono iniziati in Perù interventi di aiuto straordinari di sostegno alimentare e ricerca alloggio per senzatetto a seguito dell’emergenza Covid-19. La situazione è simile a quella italiana: le limitazioni dovute al distanziamento sociale colpiscono soprattutto i poverissimi (ragazzi di strada, senzatetto, anziani, disabili mentali). Sinergia vuole essere vicina agli ultimi fra gli ultimi sia in Italia che in Perù. Lo stiamo facendo, nel nostro stile, con il cuore e con assoluta trasparenza, individuando i modi più efficaci in collaborazione con gli enti statali e locali. In Italia, Sinergia lancerà presto una raccolta fondi speciale per aiuti straordinari da destinare a famiglie e singoli in grosse difficoltà qui sul territorio veronese, in collaborazione con realtà di fiducia che già si occupavano di marginalità prima dell’emergenza e che ora vedono aumentare le richieste di aiuto per i bisogni primari come il cibo o le utenze da pagare. Sinergia crede che non ci siano differenze di nazionalità nei bisogni: aiutiamo, nel nostro piccolo, ma garantendo l’utilizzo efficace delle risorse economiche e umane a nostra disposizione, chi davvero lo necessita, senza distinzione di luogo, razza, religione.

Per questo ti chiediamo anche quest’anno di destinare il tuo 5X1000, in sede di dichiarazione dei redditi, ai nostri ragazzi di strada in Perù, indicando il codice fiscale 90013480232 di Sinergia Onlus.

Il ricavato del 5X1000 sarà destinato al Progetto Perù, inclusi gli aiuti straordinari che si stanno già attuando per l’emergenza Covid-19.

Vi raccontiamo le storie di due persone cha abbiamo concretamente aiutato in questi giorni nelle strade di Lima: Pepe e Josè.

Sinergia sta avendo un ruolo di ponte importantissimo tra le persone più emarginate che lo stato non riesce a raggiungere per mancanza di personale formato ad hoc e di procedure per far arrivare gli aiuti ai più esclusi, cioè chi vive in strada e non sa come e dove chiedere aiuto se non gli si tende noi per primi la mano.

Pepe è stato incontrato dal nostro educatore di strada Martin in una piazza di Lima, con una brutta ferita alla testa dovuta ad una caduta, sporco, affamato e in stato confusionale. Martin ha passato un’intera giornata con lui portandolo di persona a parlare con vari enti pubblici per riuscire a trovare un tetto per lui! È sempre un’odissea rivolgersi ai servizi sociali pubblici, perchè spesso giocano a scaricabarile dicendo che non è di loro competenza farsi carico del tipo di persone che gli portiamo. Prima Martin ha provato ad affidarlo alla polizia, poi ha chiamato il Servizio di Emergenza Mobile che si è negato a portare Pepe in ospedale, perchè non c’erano posti letto, al terzo tentativo finalmente Martin è riuscito nella presa in carico dell’indifeso anziano da parte del Ministero della Donna e delle Popolazioni Vulnerabili, che gli hanno trovato un posto in una casa per anziani.

Josè è stato trovato così, come vedete nella foto, accasciato e in stato confusionale su un marciapiede, con chiari segni di ritardo mentale. Martin ha provato con due commissariati di polizia dove hanno anche trattato male Josè, che si è anche messo a piangere per l’afflizione, il Ministero della Donna e delle Popolazioni Vulnerabili, il Tribunale della Famiglia, senza ottenere nessun aiuto, finchè, quando ormai erano le 10 di sera, Martin ha ricevuto una telefonata dal Municipio di Lima che era riuscito a rintracciare tramite l’anagrafe l’indirizzo della famiglia di Josè e una denuncia da parte della madre della scomparsa del figlio. Così Martin ha riportato a casa con il nostro pulmino il ragazzo fra le lacrine di gioia della madre. La storia di Josì però ha avuto un lieto fine grazie all’impegno e all’insistenza del nostro operatore più che per la disponibilità e coinvolgimento delle istituzioni. Per questo Sinergia Por La Infancia continua a denunciare tramite i media tutti i casi di persone emarginate non attese dai servizi pubblici, affinchè poco a pco lo Stato diventi davvero più efficace nel dare loto aiuti concreti, senza lasciarli soli e disperati in strada.

Grazie per essere di sostegno a questa nostra opera anche con la devoluzione del vostro 5X1000.

5×1000 a Sinergia

Campagna | sabato 11 Aprile 2020 07:57

Carissimi,

nell’augurarvi una buona Pasqua da parte di tutta Sinergia e dei ragazzi e operatori peruviani, vogliamo condividere con voi una bellissima notizia e ringraziarVi di essere vicini ai ragazzi di strada peruviani. Buona Pasqua!

Alessandra e Sinergia tutta

Grazie al vostro amore, alla vostra fiducia, alla vostra scelta, tanti ragazzi di strada peruviani e a rischio hanno ricevuto l’attenzione e le cure personalizzate di cui avevano bisogno per affrontare la loro difficilissima situazione di vita.

GRAZIE A OGNUNO DI VOI. UN GRAZIE CHE ARRIVA DA PARTE DEI RAGAZZI DI STRADA PERUVIANI, DELLE LORO FAMIGLIE E DEL PERSONALE DELL’ASSOCIAZIONE SINERGIA POR LA INFANCIA.

Scegli anche nel 2020 di destinare il tuo 5X1000 ai ragazzi di strada peruviani: indica il codice fiscale 9 0 0 1 3 4 8 0 2 3 2 di Sinergia Onlus. Grazie una volta ancora!

Notizie dal Perú

Notizie da Lima | mercoledì 1 Aprile 2020 20:50

Lima-Verona, 31 marzo 2020 

Carissimi amici,
Come state in questo tempo speciale che stiamo vivendo qui e in tutto il mondo? Spero davvero bene e il più possibile sereni. Abbiamo aspettato a scrivere perché sapevamo che gli animi erano pieni di tante emozioni, non facili da gestire. Adesso però che siamo tutti più consapevoli di essere uniti ad ogni essere umano e creatura vivente di questa nostra Terra, è bello ritrovarsi e alimentare, con parole e sentimenti, il legame di affetto e amicizia profonda che ci lega al Perù, ai ragazzi e agli operatori del nostro progetto di Lima. Anche là stanno succedendo tante cose. 

Dal 16 marzo sono attive in Perù le stesse misure di contenimento del virus attuate qui in Italia, con coprifuoco totale in capitale dalle 8 di sera alle 5 di mattina. Ciò ha avuto forti conseguenze sui beneficiari ed operatori del progetto. Abbiamo iniziato subito a ricevere richieste di aiuto sia dai ragazzi che si trovano in strada sia dalle famiglie più povere: dove andare a stare se non hai una casa e la polizia ti manda via da ogni piazza e rotonda dove almeno dormivi? Come sfamare la famiglia se lavoravi fino al giorno prima in strada, vendendo caramelle o pulendo i vetri delle macchine? Grande è stata la preoccupazione del nostro fondatore peruviano Martin per queste persone, in carne ed ossa, che a noi ricorrevano. Abbiamo subito deciso come Sinergia di istituire forme straordinarie di AIUTI ALIMENTARI, che vengono distribuiti da Martin con il nostro pulmino (vedi foto). Abbiamo deciso di AUMENTARE IL NUMERO DI RAGAZZI OSPITATI nella STRUTTURA di ACCOGLIENZA, con tutte le problematiche connesse soprattutto allo stato di salute dei nuovi arrivati: tutti i centri medici di zona sono chiusi, impossibile ricorrere a medici privati, quindi l’unico modo per sottoporli ad un check-up medico è stato fare pressione sul Ministero degli Affari Sociali e sulla Vice-Ministra affinché si incaricassero loro di tale responsabilità. Alla fine lo hanno fatto con la condizione però che i minori venissero poi inseriti nelle strutture pubbliche. Noi abbiamo acconsentito, per non entrare in uno scontro poco opportuno con le istituzioni, ma non siamo stati d’accordo che i ragazzi non abbiano potuto decidere dove stare né salutare Martin che si era preso cura di loro dalla strada alla nostra casa-famiglia, fino al Ministero. L’importante comunque è che lo stato abbia capito la necessitò di farsi carico di chi in questa emergenza non ha casa né nessuna risorsa economica per mangiare e curarsi. 

Abbiamo dovuto riorganizzare attività, presenza ed orari degli operatori del nostro progetto: sono stati sospesi, per prevenire eventuale contagio di ragazzi e insegnanti, tutti i laboratori interni (musica, ceramica e recupero scolastico); abbiamo lasciato a casa cuoca, psicologa e assistente sociale per pregresse problematiche di salute o per la difficoltà ad arrivare sul poto di lavoro coi mezzi pubblici. Martin si è trasferito a vivere in casa-famiglia già dal 17 marzo, per timore di non riuscire a spostarsi verso la nostra struttura e per dare supporto agli educatori visto l’aumentato numero di ragazzi che vi hanno vissuto per alcuni giorni. Sono tornati a vivere con noi Renè e Romel, i due ragazzi maggiorenni che hanno fatto uno stupendo percorso di recupero sociale negli anni scorsi all’interno della casa-famiglia, e che stavano entrambi vivendo in modo autonomo nelle vicinanze della casa-famiglia: il divieto di transito impedisce a Romel di lavorare come musico sugli autobus, come ha sempre fatto, la chiusura delle scuole gli impedisce inoltre di proseguire con il corso biennale di meccanica che aveva appena iniziato in un ottimo istituto professionale, cosa di cui era felicissimo e noi super orgogliosi; la chiusura della fabbrica dove Renè stava lavorando da circa un mese gli impedisce di avere il denaro per l’affitto e il cibo. Quindi ad entrambi abbiamo proposto di tornare momentaneamente a vivere in casa-famiglia per avere cibo e alloggio garantiti, non esporsi a troppi contatti esterni ed evitare di andare e venire esponendo gli altri minori. Capite cosa vuol dire che Sinergia rimane un punto di riferimento anche per chi ha già finito il percorso di recupero e reinserimento sociale? Vuol dire essere una famiglia, e poter dire ai tuoi figli di tornare quando vogliono, soprattutto quando sono in difficoltà. Non sapete quanto Renè e Romel ci siano grati: ci considerano davvero la loro famiglia. Entrambi sono orfani. Entrambi sono arrivati già adulti nel nostro progetto, considerati dalle statistiche degli “irrecuperabili”. Sono invece degli splendidi 28enni, risbocciati in tutto il loro splendore, con sogni e progetti per il loro futuro. Che meraviglia! Miracoli possibili solo se si crede nell’essere umano e nell’incorruttibilità della sua anima che resiste ad ogni difficoltà e bruttura. 

Infine, ma è forse la cosa più importante, Sinergia Por La Infancia tramite Martin e la sua compagna Sara, che gestisce la pagina facebook che vi invito a visitare, stanno facendo tante AZIONI DI PRESSIONE POLITICA sul governo e sugli enti preposti alla cura sociale delle fasce deboli per denunciare lesione di diritti (come quello gravissimo di ieri, quando un ragazzo è stato preso coi gas lacrimogeni dalla polizia perché in strada, in violazione alle norme di contenimento del virus, picchiato, costretto a pulire i bagni del commissariato e rilasciato solo quando Martin è andato in sua difesa) o mancata attenzione a chi non ha davvero i mezzo per poter rispettare le norme di sicurezza scattate dal 16 marzo: dove andranno a stare i senzatetto che in una città come Lima sono tantissimi? Cosa mangeranno i poveri se non ci saranno distribuzioni di alimenti massivi? Qualcosa si sta muovendo, sembra che il Ministero degli Affari Sociali apra una struttura di accoglienza temporanea per i ragazzi non accompagnati. Speriamo poi diventi stabile. 

Vi invito a guardare le pagine facebook di Sinergia e Sinergia Por La Infancia dove stiamo postando varie notizie. Siamo uniti. Siamo uno. 

Vi auguriamo di stare bene con tutto il cuore. Grazie per essere con noi anche ora. 

Giorno dell’amicizia…grazie per esserci!

Senza categoria | venerdì 14 Febbraio 2020 08:48

Cari amici, nel giorno in cui in Perù si celebra la festa dell’amicizia, vogliamo inviarvi le bellissime parole che, con affetto e amicizia sinceri, ci ha scritto il fondatore ed educatore di strada Martin Milla dal Perù, per stringerci in un forte abbraccio e ringraziarci di cuore a nome di ragazzi e operatori del nostro progetto di Lima..leggetelo…è davvero bello!

Cari volontari e amici di Sinergia, sono molto felice di potervi salutare a nome dei bambini e degli adolescenti della nostra casa di accoglienza, degli ex-ragazzi e ragazze che vi hanno vissuto, dei bambini, degli adolescenti, dei giovani e delle famiglie che sosteniamo per strada e nei quartieri emarginati di Lima e degli operatori di Sinergia Por La Infancia. Vi stringiamo tutti in un grande abbraccio e Ci congratuliamo con voi per questo sedicesimo anniversario.

Mentre scrivo queste righe, mi tornano alla mente, momenti molto speciali che abbiamo condiviso come organizzazioni sorelle, molte delle quali direttamente con i volontari che abbiamo avuto la gioia di ricevere qui nella casa di accoglienza, come Alessandra, Francesco, Erica, Roberto, Stefania, Selena, Lucia, Sabina, Marta, Anna, Enrico, Paola, Maria, …  La vostra presenza ha arricchito il nostro cuore e sapere che siete ancora così attenti a noi, nonostante gli anni trascorsi, ci incoraggia e ci rende davvero orgogliosi. Tuttavia voglio iniziare sottolineando in particolare, i tanti momenti in cui i nostri cuori sono stati colti da grande sorpresa all’apprendere che, a migliaia di chilometri, persone che non ci conoscono direttamente, hanno dedicato e dedicano parte del loro tempo e impegno a mantenere e alimentare il sogno che un mondo migliore sia possibile, solo nella misura in cui ci prendiamo cura dei nostri fratelli più piccoli, indipendentemente dalla nazionalità, dalle distanze o dalle razze. Siamo un unico mondo. A loro, ai soci, ai volontari e agli amici di Sinergia il nostro più sincero grazie per credere in noi anche se non ci vediamo direttamente. Noi sappiamo che voi ci siete.

L’emozione mi rende molto attento a scegliere con cura le parole da rivolgervi perché, anche se questi paragrafi non riusciranno mai ad esprimere l’enorme gratitudine che proviamo nei vostri confronti, le loro righe sono cariche di esperienze profonde, che mi spingono a sforzarmi a trasformarle negli abbracci più calorosi di tutte quelle persone che Sinergia e Sinergia Por La Infancia hanno aiutato e aiutano. Voglio servire da ponte per farvi arrivare gli abbracci di chi, nonostante la giovane età, lotta giorno dopo giorno per le strade per tenere svegli i propri sogni, mentre svolazzano come farfalle disorientate in cerca di amore, rispetto e opportunità; gli abbracci di chi non si abbatte lottando, dall’alba alla notte, contro gravi malattie; gli abbracci di quei ragazzi che le sbarre di una cella non hanno saputo frenare dal continuare a sognare una vita migliore; gli abbracci delle madri che affrontano coraggiosamente la povertà per dare sostentamento ai propri figli; e soprattutto gli abbracci dei nostri ragazzi e degli ex-ragazzi della nostra casa di accoglienza, il cui amore per la vita, anche se questa è stata per loro piena di avversità fin da piccoli, è sempre più una fiamma viva di speranza e di fiducia per tutti noi. “Quella stessa fede con cui possiamo estrarre dalla montagna della disperazione una pietra di speranza” come diceva Martin Luther King.

Grazie anche a tutti voi per essere pietre di speranza per ciascuno di noi.

Prima di salutarvi stringendovi in un forte abbraccio, voglio concludere rivolgendomi agli amici che condividono il complesso compito di essere il motore di Sinergia e Sinergia Por La Infancia. Ai membri del direttivo della nostra associazione, voglio esprimere di nuovo, così come ho fatto negli anni passati, anche se siete persone diverse, la speciale gratitudine per i compiti e le attività che svolgete e per aver fatto di questa piccola associazione un grande miracolo di solidarietà. Infinitamente grazie alla nostra presidente Sabina, a Marco ed Erika che la accompagnano e a te, Alessandra, che continui ad ispirarci affinché questo sogno continui ad essere una realtà per molti fratelli e sorelle emarginati.

Tantissimi auguri, Sinergia!


Grazie per i 16 anni insieme a Sinergia!

Messaggi di servizio | sabato 25 Gennaio 2020 15:44

Buon compleanno alla nostra associazione Sinergia Onlus che il 27 gennaio compirà i suoi 16 anni di vita e attività solidale. Siamo orgogliosi di quanto siamo riusciti a fare per gli altri, insieme a voi tutti.

Ci sentiamo una grande famiglia di cui tutti possono entrare a far parte con i propri sogni e le proprie capacità. Ci auguriamo che il filo luminoso che unisce i nostri cuori e le nostre anime continui ad essere alimentato da puro spirito di servizio verso gli altri, così che la purezza dei nostri intenti si traduca in interventi di aiuto di qualità per i nostri ragazzi peruviani e per tutte le persone che in futuro potremo aiutare qui in Italia o in altri paesi.

Grazie a tutti voi, in particolare dal nuovo direttivo composto da Sabina Montresor (presidente), Erika Lerco (vicepresidente) e Marco Battistella (segretario), per esserci con continuità al nostro fianco e al fianco dei ragazzi che aiutiamo.

Senza di voi tutto sarebbe più difficile da realizzare!

Buon compleanno a tutti noi per i 16 anni della nostra piccola, ma luminosa associazione!

Viva Sinergia e tutti i suoi soci, volontari e amici!

Auguri di Buon Natale

Notizie da Lima | venerdì 20 Dicembre 2019 07:23

Natale 2019

Carissimi amici,

un grandissimo GRAZIE da tutti i nostri ragazzi ed operatori peruviani per l’aiuto che anche nel 2019 avete dato loro con generosità. Che l’augurio più bello e vero per questo Natale vi arrivi dai sorrisi dei nostri ragazzi, in particolare da quello di Julian (nella foto a sinistra), ultimo entrato nella casa-famiglia.

Julian (12 anni) è arrivato nella nostra casa un mese fa, su richiesta di uno zio che ci conosceva per aver vissuto qualche settimana con noi nel passato. Lo zio ha chiamato Martin preoccupato per il nipote Julian che ha cominciato a sniffare colla da scarpe, fermandosi più tempo in strada, dopo la morte del padre. Tutta la famiglia di Julian, anche la mamma, ha esperienze di vita in strada e di carenze. L’evento che più ha influito però sul percorso in strada di Julian è stata appunto la morte del padre, avvenuta alcuni anni fa. Non si trova bene con il nuovo compagno della madre, anzi sente una gelosia profonda per lui, come se questi gli togliesse l’affetto e l’attenzione materni. Del resto è il figlio minore di vari fratelli più grandi. Ha un leggero ritardo che si manifesta nel suo comportamento, piange e reagisce spesso come un bambino più piccolo della sua età, e nelle difficoltà a scuola, non sa nè leggere nè scrivere.

É stato accolto molto bene dagli altri ragazzi della casa-famiglia che sono tutti più grandi. Sono pazienti con lui anche quando si arrabbia e piange. Hanno capito che dentro è più piccolo della sua età. Julian si sta ancora adattando ai ritmi della casa-famiglia ma ha già trovato stimolanti alcune attività da noi propostegli come il laboratorio di ceramica e oggettistica. La madre sta venendo a visitarlo ma si vede chiaramente che fa fatica a rapportarsi con lui (anche lei ha vissuto in strada quando era piccola). La persona che più capisce e potrà sostenere Julian nel suo percorso di recupero è una vicina di casa della madre che conosce da tempo il ragazzino ed è già venuta a trovarlo più volte. Dimostra di saperlo comprendere e dialoga facilmente con lui.

Includiamo Julian nelle nostre preghiere di questo Natale affinchè possa trovare la forza interiore e possa ricevere l’adeguato sostegno per uscire dai pericoli della strada.

Grazie ancora, cari amici, per aver compreso che i nostri ragazzi, sia in strada che nella casa-famiglia, hanno bisogno di persone che credono in loro, nella loro capacità di cambiare e trovare nuove strade di vita e speranza. Una opportunità per una vita migliore di quella che hanno vissuto finora. Grazie per rendere possibile che il nostro progetto peruviano continui ad offrire ad ognuno di loro nuove strade di speranza.

Possa questo Natale inondare i vostri cuori dell’amore più grande e più puro verso il prossimo e verso chi, anche se lontano, è unito a noi nella fratellanza universale delle nostre anime.

Alessandra e Sinergia tutta

V.V.B per la vita II Edizione

Senza categoria | domenica 1 Dicembre 2019 09:29

È partita la seconda edizione della campagna di raccolta fondi V.V.B. per la vita di cui anche Sinergia e il progetto Perù saranno destinatari.

Sinergia è una delle 4 associazioni certificate Merita Fiducia che sono state scelte dal Gruppo editoriale Athesis per la maratona di solidarietà V.V.B. (Verona, Vicenza, Brescia) PER LA VITA, in favore di 5 realtà (la quinta sarà AIRC) del sociale veronese.

Dal 25 novembre al 8 dicembre SINERGIA sarà coinvolta in questa preziosa campagna di raccolta fondi, e ringraziamo CSV Verona Federazione del Volontariato per aver sostenuto la nostra candidatura.

Per maggiori informazioni sull’iniziativa è possibile rivedere la puntata di Telerena dove Sinergia viene presentata al minuto 12.10 o consultare l’articolo sul giornale L’Arena.

Puoi donare anche tu attraverso un bonifico bancario a favore della Fondazione della Comunità Veronese utilizzando il codice Iban IT 85X05034 11711 000000006210 specificando nella causale destinatario “Sinergia”.

SUCCESSIVA >